Progetto attività motoria a.s. 2019-2020

 

Ins. Rita Zaira De Nicolo

 

 

La psicomotricità fa riferimento “a tutto ciò che si manifesta attraverso e con il proprio corpo nella misura in cui esso è vissuto, investito affettivamente ed attuato attraverso l’azione, il tutto riconosciuto dall’altro”… E’ il movimento in quanto tale, la base fondamentale che sostiene la psicomotricità ed è attraverso l’azione che il soggetto si esprime e prende coscienza, ma ciò non sarebbe possibile senza la presenza del corpo. In psicomotricità, il corpo è visto come espressione della personalità posto in relazione con se stesso, con gli altri e con l’ambiente, utilizzando un proprio linguaggio che caratterizza ogni singolo individuo.
 L’ unità di apprendimento “LA BALENA ARCOBALENA“ è così strutturata:
 
TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE:
 
Presa di coscienza del proprio corpo
Saper interagire con gli altri;
Sviluppare una positiva immagine di sé; 
Provare piacere nel movimento e sperimentare schemi posturali e motori, applicandoli nei giochi individuali e di gruppo anche con l’uso di piccoli attrezzi; 
Consentire una maturazione complessiva del bambino; 
Maturare competenze di motricità fine globale; 
Controllare l’affettività e le emozioni in maniera adeguata all’età, rielaborandole attraverso il corpo e il movimento.
 
OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:
 
3 anni: 
Conoscenza e riconoscimento dello spazio e degli oggetti; 
Consentire la relazione con gli altri e con gli adulti ; 
Sviluppare un’immagine positiva di sé; 
Conoscenza degli schemi motori di base: (afferrare, rotolare, strisciare, camminare, correre, saltare, dondolare); 
Sperimentare schemi dinamici, posturali e d’equilibrio; 
Conoscere e collocare adeguatamente gli elementi corporei, riconoscerli su se stessi, sugli altri;
 
 4 anni: 
Coscienza e conoscenza del proprio corpo; 
Rafforzare l’autonomia personale; 
Conoscenza dello schema corporeo su di sé e sugli altri; 
Controllare il proprio corpo in situazione statiche e dinamiche; 
Sviluppare capacità comunicative non verbali che implichino l’utilizzo del corpo; 
Raccontare esperienze personali attraverso il corpo;
Collaborare nei giochi di gruppo\squadra; 
Coordinazione generale;
 
5 anni: 
Orientarsi autonomamente nello spazio scolastico; 
Presa di coscienza e conoscenza del proprio corpo; 
Presa di coscienza e conoscenza del proprio corpo in situazioni statiche e dinamiche; 
Favorire il controllo dell’equilibrio; 
Collaborare nei giochi di gruppo\squadra; 
Sperimentazione e interiorizzazione delle competenze sensoriali e percettive;
 
Spazi
Le attività si svolgeranno in palestra o in giardino  con materiali adeguati.
 
Strumenti
Utilizzo della musica e attrezzi quali cerchi, birilli, palline, materassini, coni ecc..
 
Tempi
Da ottobre a maggio, due ore alla settimana per ogni classe.